Informazione Facile

Il progetto IF Informazione Facile nasce dalla esperienza rieducativa pratica. In questo ambito, infatti, si è individuata la necessità di uno strumento che evitasse, nella rimediazione di pazienti adulti, l’utilizzo di testi infantili e/o di testi giornalistici tradizionali.

L’obiettivo del progetto IF (Informazione Facile) è produrre, controllandone la complessità, testi che possano interessare gli adulti. La redazione dei testi è affidata a giornalisti per garantire criteri professionali nella scelta degli argomenti e per mantenere il registro del testo adeguato all’ambito informativo.

L’ambizione è quella di essere uno strumento per contrastare l’insorgere di una frattura comunicativa con il contesto sociale, politico e culturale che è un fattore non secondario di sofferenza ed emarginazione.

Dal 2003 InformazioneFacile è un giornale via web a lettura facile. L’obiettivo è rendere accessibile l’informazione a persone che per patologia (afasia, demenza, esiti d’incidenti) o per cause sociali non possono accedere ai normali mezzi d’informazione.
IF è riconducibile, dal punto di vista scientifico, alla ricerca del prof. Tullio de Mauro e di Maria Emanuela Piemontese sui criteri per controllare la comprensibilità dei testi.

Informazione Facile rispetta queste regole:

  • Usare il Vocabolario di base di Tullio De Mauro. Quando si usano parole difficili, se ne dà la spiegazione.
  • Rendere esplicite le conoscenze che il testo richiede, ma spesso sottintende.
  • Organizzare in modo chiaro l’argomento così da evidenziare i passaggi logici e trasformare le idee chiare in frasi precise.
  • Rivedere i testi utilizzando indici di leggibilità statisticamente definiti (indice gulpease progettato e tarato per la lingua italiana, che indica il grado di leggibilità del testo secondo il livello di scolarizzazione).
  • Adottare criteri e accorgimenti volti a far superare deficit visivi e/o visuo-percettivi.

L’intero sito è stato pensato per un’esperienza di fruizione semplice e facilitata con i seguenti obbiettivi:

  • essere fruibile da ogni dispositivo digitale indipendentemente dal luogo o dalla dimensione (es. tablet, smartphone, smartTV, PC, etc…);
  • ridurre al minimo i “rumori visivi” riducendo all’essenziale gli elementi presenti nello schermo (viewport);
  • comunicare con adulti che necessitano una comunicazione efficace, NON infantile
  • comunicare con adulti la cui patologia ha bisogno di attenzioni tipografiche, cromatiche e di contrasto
  • fondarsi sulla fascia gialla laterale di supporto ai neglect visivi negativi.

Speriamo che anche in questo ambito Informazione Facile possa servire ad identificare e precisare i percorsi più adatti a stimolare e motivare i pazienti. Per questo chiediamo a chi userà Informazione Facile di collaborare, sostenendoci con la forza dell’esperienza e della critica, nella comune ricerca di quanto può essere utile per migliore la nostra embrionale fatica.

 

Informazione Facile è sostenuta dal prezioso supporto di:

Fondazione CRT             Fondazione Carlo Molo