UCCISO COLLABORATORE DI GIUSTIZIA SOTTO PROTEZIONE

  • Il fatto è avvenuto la sera del 25 dicembre nel centro storico di Pesaro.
  • L’uomo stava entrando in garage con la sua auto,  quando 2 sconosciuti gli hanno sparato una ventina di proiettili e lo hanno ucciso mentre era ancora in auto.
  • L’uomo aveva 51 anni e si chiamava Marcello Bruzzese.
  • L’uomo apparteneva a una famiglia affiliata all’ngrangheta.
  • Il padre era stato ucciso alcuni anni fa in un agguato insieme al genero.
  • Il fratello dell’uomo ucciso ieri era diventato un collaboratore di giustizia.
  • Marcello Bruzzese da 3 anni viveva, insieme alla famiglia a Pesaro ed era sotto protezione dello Stato.
  • Bruzzese, nonostante  fosse sotto protezione non aveva cambiato il proprio nome.
  • Sarà necessario capire come una persona inserita in un programma di protezione testimoni possa essere individuato e ucciso.
Download PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *