MACERATA: NEO-FASCISTA SPARA SU MIGRANTI

  • Sabato 4 febbraio a Macerata, un uomo di 28 anni ha sparato una trentina di colpi di pistola contro persone di colore.
  • L’uomo si chiama Luca Traini ed è noto in zona per le sue idee neo-fasciste e razziste.
  • L’uomo ha sparato dalla sua auto in zone frequentate da migranti.
  • Nel 2017 si era candidato alle elezioni amministrative con la Lega nel comune di Corridonia (non aveva preso nemmeno un voto).
  • Traini ha ferito 4 persone; nessuna è in pericolo di vita.
  • Traini è stato arrestato mentre era ai piedi del monumento ai caduti, con una bandiera tricolore al collo, e mentre faceva il saluto fascista.
  • A Macerata il 31 gennaio era stato compiuto l’omicidio di Pamela Mastropietro.
  • Dell’omicidio è accusato un uomo nigeriano di 29 anni.
  • Dopo l’arresto Traini ha detto che voleva “vendicare Pamela e fare qualcosa contro l’immigrazione”.
  • Nella foto si nota che Traini ha tatuato sulle tempia il dente di lupo, un simbolo nazista.
Download PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *