TRUMP: L’AMBASCIATA USA A GERUSALEMME

  • Gerusalemme è una città simbolo sia per gli Israeliani sia per i Palestinesi.
  • Gli israeliani più integralisti ritengono che Gerusalemme dovrebbe essere la capitale di Israele, perché anticamente era sede del Tempio.
  • I palestinesi più integralisti ritengono che Gerusalemme dovrebbe essere la capitale del futuro stato palestinese perché i palestinesi per secoli hanno abitato lì da soli  e ne sono stati cacciati via con la violenza e perché c’è la moschea da cui Maometto sarebbe salito in cielo.
  • Attualmente Gerusalemme è divisa a metà tra israeliani e palestinesi (anche se dopo la guerra dei 6 giorni gli israeliani occupano parte della Gerusalemme palestinese).
  • Per evitare conflitti nessuno Stato straniero ha la propria ambasciata a Gerusalemme ma a Tel Aviv (capitale economica di Israele).
  • Una legge del 1995 costringe gli Stati Uniti ad avere la propria ambasciata a Gerusalemme.
  • Il presidente USA, però, ogni 6 mesi può rimandare il trasferimento.
  • Tutti i presidenti USA fino ad oggi hanno firmato per evitare il trasferimento.
  • Ora Donald Trump ha deciso a spostare davvero l’ambasciata.
  • Questa decisione è ben vista dal suo elettorato molto favorevole ad Israele e ostile verso i palestinesi.
  • Questa scelta però può provocare molte reazioni negative e violente nel mondo musulmano.
  • Questa scelta è criticata per questi motivi dalla comunità internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *